Razionale Scientifico-Didattico

Il sovrappeso e l’obesità sono condizioni caratterizzate da un eccessivo accumulo di grasso corporeo la cui incidenza e prevalenza sono in continuo aumento in Italia e in molti altri Paesi industrializzati, ma non solo.

Da diversi anni la comunità scientifica internazionale è arrivata a concludere che l’obesità è una vera e propria malattia cronica ad eziopatogenesi complessa, che se non viene trattata precocemente porta allo sviluppo di molteplici e serie comorbidità che hanno un impatto significativo sulla durata e qualità di vita dei pazienti, e che si associano a un enorme costo sociale ed economico.

Recenti dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità mettono in evidenza che in Europa l’80% dei pazienti con diagnosi diabete di tipo 2, poco più del 50% degli ipertesi e il 35% dei soggetti affetti da cardiopatia ischemica sono sovrappeso o francamente obesi.

Il trattamento a lungo termine del sovrappeso e dell’obesità è difficile e impegnativo. Frequenti insuccessi e ricadute scoraggiano i pazienti e costituiscono una continua sfida per i professionisti sanitari che li assistono. Alla base della strategia terapeutica dedicata ai pazienti afflitti da problemi di peso vi è il cambiamento dello stile di vita con l’adozione di un regime alimentare sano, associato a un programma di esercizio fisico regolare.

Gli approcci dietetici ai problemi di sovrappeso sono numerosi e non sempre supportati da solide evidenze scientifiche. Negli ultimi anni tra le varie opzioni di dietoterapia da prendere in considerazione è stata riproposto un regime alimentare usato con indicazioni specifiche già nei primi decenni del secolo scorso: la dieta chetogenica.

Lo scopo di questo corso di formazione continua a distanza (FAD) accreditato e non-sponsorizzato è di analizzare i meccanismi biochimici e i principi fisiopatologici che sottendono a quella che a tutti gli effetti va considerata una terapia dietetica. Indicazioni e controindicazioni alla dieta chetogenica, strategie di selezione dei pazienti, risultati di studi clinici, verranno presentati da alcuni dei più autorevoli opinion leaders nazionali del settore.

Saranno proposte e discusse evidenze scientifiche a sostegno dell’utilità dell’adozione di un regime dietetico in grado di promuovere la chetosi in condizioni quali la sindrome metabolica, il diabete mellito di tipo 2, alcune malattie neurologiche.

Durante i vari moduli nei quali si articola questo corso FAD verranno affrontati senza reticenze anche aspetti controversi e criticità che si possono associare al regime chetogenico, e verrà sempre sottolineata l’importanza di selezionare i pazienti in maniera appropriata, di seguirli attentamente durante il loro percorso dietetico.

Il corso si propone di offrire ai partecipanti non solo le basi scientifiche e metodologiche che li mettano in grado di comprendere i meccanismi fisiopatologici e di acquisire le conoscenze necessarie a selezionare e seguire nel migliore dei modi i pazienti che possono giovarsi della dieta chetogenica, ma vuole anche mettere a loro disposizione informazioni ed esperienze cliniche pratiche.
A tale scopo verranno presentati casi clinici di pazienti reali e verrà chiesto a colleghi esperti nella prescrizione del regime dietetico chetogenico di condividere esperienze professionali personali e suggerimenti, successi e delusioni.

Dal punto di vista della metodologia didattica questo corso FAD si avvale di una produzione video curata e di alta qualità, arricchita da modalità di comunicazione moderne e varie quali dibattiti, testimonianze multiple, interviste con pazienti, raccolta dal vivo di frequently asked questions da parte di potenziali discenti, il tutto affiancato a una cura particolare della grafica.

Al termine del corso verranno proposte quelle che sono le linee di ricerca in corso sul regime dietetico chetogenico e i possibili futuri utilizzi di questa dietoterapia per pazienti affetti da altre patologie, e verrà fornita una bibliografia aggiornata ed esauriente.

Iscrizione